mercoledì 15 febbraio 2012

Giganti di cartapesta


Per chi di voi non lo sapesse, noi 4 girls abitiamo in una cittadina del Piemonte, Santhià, in provincia di Vercelli: avevamo già accennato alla nostra passione per la più antica tradizione della nostra città, il Carnevale. 
Dovete sapere che il nostro è il più antico del Piemonte: la sua nascita si data convenzionalmente a partire da un documento del 1328, dove si trova traccia della Abbadia o Compagnia dei Folli di Santhià.  Questa era una guarnigione, comandata dall'Abbà o Abbate,  era composta perlopiù da giovani che avevano il privilegio di poter portare lance e alabarde: il comandante era già da allora demandato a ricevere la simbolica offerta della Pula presso tutte le cascine del territorio. In epoca napoleonica la compagnia viene sciolta e l'organizzazione del Carnevale passa all'Antica Società Fagioulesca di nuova costituzione. Dal 1962 si è affiancata anche la Pro-Loco della città e l'amministrazione comunale: nella sua organizzazione strettamente tecnica, il Carnevale è gestito dalla Direzione, un gruppo formato dai Magnifici Cavalieri (persone con lunga esperienza nell'organizzazione), da un Governatore (che è il custode dell'effige del Gianduia e delle onorificenze) e da un gruppo di più giovani che affiancano e coadiuvano i membri anziani. 
Il Carnevale si compone delle seguenti parti invariabili: 
  • Giorno dell'Epifania (6 gennaio): apertura del periodo carnevalesco
  • Sabati e Domeniche antecedenti al Carnevale: svolgimenti di Pule e Congreghe
  • Sabato sera (antecedente il mercoledì delle ceneri): Apertura dei festeggiamenti, discorso dello Stevulin alla popolazione, Cerimoniale Carnevalesco e Ricevimenti popolare
  • Domenica mattina: arrivo del Gianduia e insediamento in Piazza Roma
  • Domenica pomeriggio: primo Giro di Gala dei carri allegorici e maschere
  • Domenica sera: girone infernale e ballo
  • Lunedì mattina: colossale fagiolata
  • Lunedì pomeriggio: ballo dei bambini
  • Lunedì sera: sfilata notturna di carri allegorici e maschere e ballo
  • Martedì mattina: 24 giochi di Gianduia
  • Martedì pomeriggio: secondo Giro di Gala e premiazione dei carri e maschere
  • Martedì sera: chiusura e rogo del Babaciu; poi ballo.
Le maschere ufficiali sono Stevulin 'dla Plisera e Majutin dal Pampadù  (due luoghi effettivamente esistenti, sono due cascine nei dintorni di Santhià): rappresentano le figure di due contadini, sposi novelli, che anticamente sarebbero arrivati in città durante il periodo del Carnevale mentre al potere c'era un signorotto locale. Per volontà popolare e come dimostrazione di magnanimità, il signorotto acconsentì di consegnare le chiavi della città ai due giovani e permise loro di governare e amministrare la giustizia per tre giorni. Oggi di questa usanza rimane la consegna delle chiavi da parte del Sindaco e la lettura del discorso dello Stevulin alla popolazione: ogni anno le figure di "Stevu e Majot" sono impersonate da una coppia diversa. 


Durante il primo Giro di Gala (la domenica pomeriggio) i carri e le maschere partecipano a una vera e propria gara: infatti parte della popolazione, la Direzione, il corpo Pifferi e Tamburi e le Bande sono invitate a votare e stilare una vera e propria classifica che verrà resa nota il martedì pomeriggio. I gruppi sono divisi in categorie: i Carri Allegorici di prima categoria;  i Carri Allegorici di seconda categoria; i Gruppi Misti con carro; le Maschere a piedi e i Minigruppi. 
Noi sfiliamo da quando eravamo piccolissime, prima nelle maschere a piedi con i nostri genitori, poi da sole con i carri. 

L'arlecchina sono io :D
Il mio primo carnevale (con la mia cuginetta Claudia)
Da ormai 5 anni invece i nostri amici hanno fondato un nuovo gruppo, i Bagonghi, che gareggiano nella categoria "Gruppi misti con carro": la sera, da novembre circa, si trovano in un capannone vicino a Santhià e pian piano costruiscono il carro. Ogni anno ci rendono sempre più orgogliose, si impegnano moltissimo e i risultati si vedono! Ma ho deciso di dedicare a loro un post a parte tra qualche giorno!! 


Bene, ci sarebbero ancora molte cose da dire, ma spero d avervi incuriosito e fatto scoprire qualcosa di nuovo su una delle tradizioni più importanti del nostro Paese! E se siete della zona non potete mancare!!!!!!!! Per maggiori informazioni e parecchie foto visitate il sito ufficiale: Carnevale Storico di Santhià!!

Buona giornata
Ila

4 commenti:

  1. Wow, quante iniziative per il Carnevale di Santhià. E Bagonghi è un nome bellissimo :)))

    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihi grazie Claudia, in effetti hanno trovato proprio un bel nome!

      Elimina
  2. bellissimo questo post, moooolto i nteressante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, sono contenta d avervi incuriosito :))))

      Elimina