lunedì 15 luglio 2013

Don't Stop Believing


Per gli appassionati di serie tv come me questi sono giorni molto tristi: ieri mattina il mondo si è svegliato con la notizia della scomparsa, misteriosa e prematura, dell'attore 31enne Cory Monteith, alias Finn  Hundons di Glee. 

Cory è stato trovato nella sua camera d'albergo in pieno centro a Vancuver in Canada; a dare la notizia è stata la stessa polizia, anche se la causa sicura non è ancora stata accertata. Ad aprile Cory si era ricoverato volontariamente per un programma di riabilitazione per abuso di droghe, una ricaduta dopo una adolscenza piuttosto turbolenta. 

Milioni di tweet in sua memoria e in preghiera per la famiglia e la fidanzata (nella vita e nella serie) Lea Michele, alias Rachel. I fans chiedono a Ryan Murphy di creare un degno finale per il personaggio di Finn e di non farlo semplicemente andare via... 

Chi ama le serie tv lo sa: dopo quattro anni e molte ore passate "insieme" ai personaggi facilmente non ci si affeziona... ieri ho avuto la strana senzazione, senza esagerare, di aver perso una lontano "amico".  Il mondo  ello spettacolo perde un gran cantante e un accellente giovane attore, Glee perde una delle sue stars principali...ma "The show must go on" e tutti sappiamo che Finn sarà sicuramente omaggiato per quel che merita. 

Don't stop believing amici. 

 

Un saluto anche a Tonino Accolla, uno dei più famosi e talentuosi doppiatori italiani. Homer non sarà più lo stesso senza te. 



Ila

3 commenti:

  1. Mi spiace un sacco per entrambi!

    RispondiElimina
  2. Non sono ancora veramente entrata nell'ottica delle idee che sia davvero successo.

    RispondiElimina